LicataNotizie

Tari, l'Udicon chiede l'annullamento della tariffa per l'anno in corso

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

L'Udicon, Unione per la difesa dei consumatori, su sollecitazione dei propri associati e dei cittadini di Licata, alla luce della recente sentenza con cui il Tar Sicilia ha annullato la delibera con cui il Comune di Campobello di Licata aveva disposto un aumento della TARI del 30%, chiede al Comune di Licata la revoca della delibera con cui lil costo della TARI è stato aumentato del 40% circa.

Le motivazioni contenuta nella sentenza del TAR sono varie. In particolare il Tribunale Amministrativo ha statuito che "non si può gravare in modo eccessivo il bilancio del piano Tari per spese ordinarie e correnti relative agli anni precedenti nell'esercizio in corso (stranamente nei due anni precedenti al 2018 il costo della Tari era addirittura sceso come è avvenuto per Licata nel 2017).

Detto questo l'Udicon annuncia che terrà un convegno sulla Tari e dopo chiederà di nuovo la revoca della delibera con cui il Comune di Licata ne ha disposto l'aumento sia per la Tari 2018 che per il 2019. Qualora le delibere non dovessero essere annullate l'Udicon sarà disponibile ad affiancare e supportare i cittadini e gli associati nell'intraprendere qualsiasi azione, anche legale, nei confronti del Comune di LIcata per la tutela dei loro diritti.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento