LicataNotizie

Tari 2018 a Licata, è polemica tra Udicon e Comune

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Caro Sindaco, le istanze portate avanti dall’Udicon  e dal comitato Tari Licata 2018, fatte proprie anche da alcuni consiglieri comunali, sono pienamente legittime. 

L'Udicon, l’unione per la difesa dei consumatori, nell'interesse dei cittadini , dopo avere letto le dichiarazioni che ha rilasciato in merito alle richieste di abolizione del pagamento della terza rata TARI 2018 Lei caro Sindaco risponde che con questa richiesta si crea un buco nel bilancio ed addirittura chiede al Presidente del Consiglio Comunale di mandare alla Corte dei Conti tale richiesta come se fosse una proposta contro legge (cosa che non è).
Poi quando i cittadini le chiedono l’esenzione dal pagamento della Tarsu/ Tari per il periodo da Luglio a dicembre del 2017 ( la legge ed il regolamento comunale prevedono l’abbattimento in misura del 100%. in caso di mancata erogazione del servizio) Lei risponde che si tratta di un periodo in cui amministrava la Sig.ra Brandara e che quindi le istanze e la richiesta di esenzione dovevano essere evase dal Commissario Straordinario.  Con tale ragionamento, caro Sindaco, è come se  Lei potesse affermare, per assurdo,  che siccome i debiti fuori bilancio sono sorti in un periodo in cui Lei non amministrava potrebbe quindi disconoscerli! Ma non è cosi! Vige infatti il principio di continuità amministrativa. 
Caro Sindaco,  Lei sa benissimo che la richiesta di abolizione del pagamento della terza rata Tari 2018 è piu che legittima, e se è pur vero, come Lei afferma, che il Sindaco non la può abolire, è altrettanto vero che l’organo competente ad abolire eventualmente la terza rata è esclusivamente il Consiglio Comunale, che sarà chiamato quanto prima a pronunciarsi. 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento