LicataNotizie

Scoperto un intero condominio di allacci abusivi, arrestate 4 casalinghe e un uomo

C'era chi alimentava casa propria, gratuitamente, di corrente elettrica e chi invece di acqua. Salgono ad oltre 20, dall'inizio dell'anno, le persone finite nei guai

(foto ARCHIVIO)

Un intero condominio di allacci abusivi. Chi alimentava casa propria, gratuitamente, di corrente elettrica e chi invece di acqua. A scoprire i cinque diversi furti - in un palazzo di via Palma a Licata - sono stati i carabinieri. Quattro casalinghe, dai 25 ai 67 anni, sono state arrestate, così come un trentottenne trovato appunto in uno degli appartamenti della palazzina. Tutti sono stati posti - per l'ipotesi di reato di furto - ai domiciliari. 

Una scoperta quella dei carabinieri che è l'ennesima e che traccia un quadro veramente allarmante su Licata dove, dall'inizio dell'anno ad adesso, sono più di una ventina gli arresti effettuati dai militari dell'Arma o per furto di corrente elettrica o per allacci abusivi - furto anche in questo caso - alla rete idrica pubblica.

I controlli dei militari dell'Arma, naturalmente, proseguiranno e si concentreranno proprio sulle aree cittadine che hanno evidenziato questi fenomeni allarmanti.  

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • "Vertici e affiliati di Cosa Nostra", 9 ordinanze di custodia cautelare: ai domiciliari l'ex consigliere comunale

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Forza posto di blocco, auto inseguita e fermata: è mistero sui motivi della fuga

  • I documenti obbligatori da tenere in auto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento