LicataNotizie

Delibera sugli oneri di urbanizzazione del Comune, Pullara: "Una mazzata per la città"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

La direttiva emanata dal Comune di Licata sul pagamento degli oneri di urbanizzazione è soltanto un tentativo maldestro di far quadrare un bilancio dando però una mazzata all’economia della città.
È quanto dichiara l' On. Carmelo Pullara,capogruppo popolari e autonomisti all' Ars.
"Ritengo doveroso - scrive Pullara- intervenire, tra l’altro non solo io, in merito alla recente direttiva ,emanata dal sindaco di Licata Giuseppe Galanti, relativa al pagamento degli oneri di urbanizzazione e alla loro compensazione  con la realizzazione diretta.
Prendo atto di quanto si legge nella direttiva e cioè, in considerazione delle criticità emerse in sede di formazione del bilancio di previsione nonché della situazione di cassa si dispone che:
• per gli anni 2020-2021 non vengano autorizzate le rateizzazione degli oneri di urbanizzazione
• Non vengano autorizzate le opere di compensazione degli importi dovuti quali oneri di urbanizzazione e aliquota sul costo di costruzione.
Ritengo -aggiunge Pullara- che tale direttiva potrebbe essere fortemente nociva sull' intera economia della città di Licata.Si tratta,a mio parere, di una manovra inutile che andrebbe a sancire non soltanto il definitivo collasso del settore edile ma dell' intera economia causando il mancato avvio di lavori edili con gravi ripercussioni su un comparto già in forte crisi.
Questo atto-continua il deputato regionale – dimostra non solo le difficoltà dell'amministrazione comunale di chiudere un bilancio e la necessità di creare voci di entrata con ogni mezzo ma anche la visione miope dell’interesse di un paese quasi a fregarsene delle ricadute pur di salvare se stessi.
L'amministrazione comunale - aggiunge Pullara- non è stata in grado di effettuare un' attività di recupero crediti dell' evasione tributaria e quindi, oggi, scarica su altri le proprie incapacità.
Non sono stati neanche in grado di approfittare della"Norma Salva Catania"alla quale, ricordo, io stesso avevo fatto apportare delle modifiche  in sede di approvazione estendendo Le disposizioni normative anche a Licata  e ad altri comuni  della regione. La norma Salva Catania avrebbe permesso di dare una boccata di ossigeno ai comuni in sofferenza, cercando di migliorare i conti economici.
Le attività produttive  che necessitano spazi subiranno necessariamente un' arresto.
In definitiva gli incassi per il comune diminuiranno e non ci sarà sviluppo di attività produttive.
Si tratta -ribadisce Pullara - di un tentativo maldestro di far quadrare un bilancio. Pertanto invito l'amministrazione comunale a ritirare immediatamente la direttiva in questione e a trovare una soluzione alternativa se ne hanno le capacità.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento