LicataNotizie

Tassa sulla spazzatura, l'Udicon: "Ecco come si abbassano le tariffe"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

L'U.DI.CON nell'interesse dei cittadini di Licata torna ad occuparsi dell'aumento della tassa sulla spazzatura (Tari 2018). Il sindaco e l'assessore al Bilancio del Comune di Licata sostengono che l'aumento della tassa sulla spazzatura (Tari 2018) non puo' essere modificato, dato che loro hanno preso atto della delibera di C.C. n.25 del 29/3/2018 adottata da Mariagrazia Brandara (commissario regionale che allora amministrava il Comune  di Licata) con cui si è aumentata  la tassa sulla spazzatura (aumento del 40% circa). Il Comune di Brindisi si è trovato nella stessa situazione e il sindaco di Brindisi ha revocato la delibera di aumento della Tari (tassa spazzatura) come l'U.DI.CON. ha suggerito al sindaco e assessore al Bilancio di Licata.

L'U.DI.CON. richiede al sindaco di revocare le delibere di consiglio comunale n.25 del 29/3/2018 e n.57 del 4/9/2018, ripristinare le tariffe Tari 2017 e sospendere il pagamento della tassa sulla spazzatura ed emettere le nuove cartelle della tassa sulla spazzatura con le tariffe dell'anno precedente.

L'U.DI.CON. ribadendo ancora una volta che agisce nell'interesse dei cittadini,rimane in attesa e si augura che il sindaco di Licata agisca come il suo collega di Brindisi.

Il Responsabile Provinciale U.DI.CON. di Licata

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento