LicataNotizie

Raccolta dei rifiuti, l'Udicon torna a scrivere al sindaco

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Caro sindaco le sembra conveniente per i cittadini di Licata firmare con tanta fretta il contratto riguardante l'esternalizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani (appalto di 89 milioni di euro)?
L'U.DI.CON., nell'interesse dei cittadini, ha seguito con molto interesse le diatribe che ci sono state tra l'attuale Sindaco, il suo predecessore ed il deputato regionale Pullara. Detto questo, l'U.DI.CON. non puo non intervenire sull'argomento.Abbiamo letto sui mezzi d'informazione alcune dichiarazioni del Sindaco, quale ad esempio: firmo il contratto entro 30 giorni perche' per colpa del comune di Licata non si puo' bloccare il servizio di raccolta della spazzatura di altri 8 comuni! Sorge spontanea la domanda:  ma Lei e' il Sindaco di Licata oppure quello di Comitini? Lei, caro Sindaco, deve difendere gli interessi dei cittadini di Licata. Un'altra dichiarazione del Sindaco è atata: “a me non interessa il costo del servizio ma la qualita'”. Queste dichiarazioni sono quanto meno strabilianti e scioccanti! A Lei, caro Sindaco, nell'interesse dei  cittadini deve interessare sia il costo che la qualita' del servizio. L'U.DI.CON. (Unione per la difesa dei consumatori), sempre dai mezzi d'informazione ha appreso  che il Sindaco  che entro 30 giorni giorni firmerà il contratto con la ditta aggiudicataria della gara che prevede l’esternalizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti. Questo atto può essere paragonato all’atto di una persona che volendo costruire una casa a due piani vorrebbe iniziare a costruire dal secondo piano. L’UDICON fa questo paragone perché avendo chiesto più volte al Sindaco di far pubblicare e quindi conoscere il piano economico /finanziario (PEF) del servizio di cui sopra, in modo tale che i cittadini possano sapere quanto costerà ed inciderà sulle loro tasche la tassa sui rifiuti.
Dato che non è pervenuta alcuna risposta , si può presumere che nemmeno Lei, forse, caro Sindaco, sa o conosce il costo del servizio. Se cosi fosse, come può firmare il contratto? L’UDICON, alla quale sta molto a cuore l’interesse dei cittadini, è convinta che il costo del servizio di raccolta rifiuti (attualmente pari a 7,2 milioni di euro) aumenterà ed anche di molto.
Quindi, caro Sindaco, l’UDICON Le chiede, prima di firmare il contratto, la massima chiarezza e trasparenza nei confronti dei cittadini, facendo pubblicare  il piano economico e finanziario da cui si evince  il costo del servizio. Se non ne è in possesso ne pretenda, prima di firmare, la consegna. Solo cosi può dimostrare il contrario di quanto affermato da UDICON. Le diciamo pure che qualora riuscisse a smentire quanto da noi dichiarato, e cioè che il costo del servizio di raccolta rifiuti aumenterà notevolmente, saremo ben felici e saremo anche pronti a scusarci per le nostre affermazioni.
In merito alla raccolta differenziata l’UDICON ne parlerà in un successivo comunicato.
Per finire l’UDICON le ricorda le 3 richieste fatte nell’interesse esclusivo dei cittadini:
1. Blocco del pagamento delle tre rate relative alla tassa sui rifiuti (TARI 2018);
2. Revoca della delibera di C.C. n. 25 del 29/03/2018 (delibera con cui la signora Brandara ha disposto una aumento delle tariffe TARI 2018;
3. Revoca della delibera n. 57 del 4-9-2018 (delibera con cui il Consiglio Comunale ha recepito l’aumento della tassa sui rifiuti e con cui ne ha deciso il pagamento in 3 rate.
Cosi facendo, caro Sindaco, verrà incontro  alle esigenze dei cittadini e dimostrerà di essere il Sindaco di tutti.
L’UDICON, infine, afferma che in tutta questa vicenda ha sbagliato sia chi ha aderito al consorzio dei 9 Comuni sia chi ha continuato nell’errore commesso dal primo.
L’UDICON è convinta che la gestione “in house” è più economica rispetto all’esternalizzazione (vedi ad esempio quanto fatto dal Comune di Ravanusa).

Il Responsabile Provinciale UDICON 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento