LicataNotizie

Giro di marijuana da Licata verso mezza Sicilia, chiesti 12 rinvii a giudizio

Operazione "Home Made", la vicenda approda in aula per l'udienza preliminare: coinvolto un sottufficiale della Guardia Costiera

Marijuana prodotta in casa e rivenduta in diverse province siciliane: tredici mesi dopo l’operazione “Home made”, che ha sgominato un presunto giro di droga che gravitava attorno a Licata e nel quale è coinvolto un sottufficiale della Guardia costiera, la vicenda approda in aula per l’udienza preliminare. Dodici le richieste di rinvio a giudizio firmate dal pubblico ministero Antonella Pandolfi sulle quali dovrà pronunciarsi il gup Luisa Turco.

Scatta l'operazione "Home Made", eseguite nove misure cautelari

Gli imputati sono: Marco Cavaleri, 33 anni, di Licata; Agostino Curella, 36 anni, di Licata; Mustapha Fakran, 37 anni, originario del Marocco e residente a Licata; Tommaso Massimiliano Ritrovato, 31 anni, di Licata; Marco Ucciardello, 35 anni, di Licata; Concetta Barbara Alabiso, 32 anni, di Licata; Angelo Manganello, 43 anni, di Licata; Domenico Pennisi, 42 anni, di Catania; Daniele Manuguerra, 32 anni, di Messina; Angelo Curella, 32 anni, di Licata; Antonio Caruso, 47 anni, di Vittoria (Ragusa) e Mohamed Matar Hassan Omar, 32 anni. 

IL VIDEO. Intercettazioni e pedinamenti fanno scattare il blitz

L’operazione dei carabinieri è scattata il 5 dicembre del 2017. Intercettazioni e pedinamenti, durante le indagini, hanno consentito di documentare - sostiene la Procura - le modalità di approvvigionamento della marijuana e la successiva, capillare, cessione al dettaglio tra i giovanissimi fra le piazze della movida di Licata, Messina e Catania. L'udienza preliminare, dopo la falsa partenza di questa mattina per un problema nelle notifiche, è in programma il 25 marzo.

Potrebbe interessarti

  • Tre metodi a confronto per pulire il condotto uditivo

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • La parete verde: come organizzare il giardino verticale in casa

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

  • Chiesa agrigentina, ecco tutti i nuovi parroci nominati dal cardinale

  • Blitz dei carabinieri in Caf e patronati: trovati dei lavoratori in nero

  • Statale 115, maxi tamponamento: tre persone rimangono ferite

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento