LicataNotizie

Raccolta dei rifiuti, in arrivo altri quattro autocompattatori

Il commissario straordinario Maria Grazia Brandara: "No agli incendi di cassonetti, creano danni patrimoniali e alla salute pubblica. In alcune zone vi sono le telecamere, se i piromani verranno identificati passeranno guai"

(foto ARCHIVIO)

Sono in arrivo altri quattro autocompattori. E stanotte il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, ripreso da alcuni giorni, dovrebbe registrare un sensibile miglioramento. "Con questi ulteriori mezzi – dice il commissario straordinario di Licata, Maria Grazia Brandara - la situazione dovrebbe ulteriormente migliorare. Mi scuso con tutti quei nostri concittadini nelle cui zone ancora non è stato possibile intervenire, registrando non pochi disagi  alla loro quotidianità, così come, chiedo scusa ai tanti visitatori che ancora oggi affollano le nostre strade. Sono sicura che, ormai, nel giro di pochi giorni la situazione tornerà alla normalità e, spero, anche meglio di prima".

Sui diversi incendi di numerosi cassonetti all'interno del centro abitato il commissario Brandara dice: "Comprendo lo stato di frustrazione della gente che non ne può più di questo stato di cose, ma rimediare incendiando i cassonetti, non è solo un danno patrimoniale per la comunità, ma soprattutto un danno ambientale che si ripercuote sulla salute degli stessi cittadini. Al di là della comprensione, però, desidero anche sottolineare che in diversi punti, sono collocate telecamere grazie alle quali poter risalire agli autori degli incendi che, se individuati, saranno chiamati anche a risponderne di fronte alle competenti autorità giudiziarie. Per cui - conclude - l'appello che mi sento di rivolgere a tutta quanta la cittadinanza, è quella di pazientare ancora qualche altro giorno e di evitare tassativamente il ripetersi degli atti incendiari a danno dei cassonetti e dei rifiuti, ripeto, per scongiurare qualsiasi ulteriore pericolo alla salute pubblica".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • Morto per infarto intestinale non diagnosticato, la difesa: "Familiari della vittima fuori dal processo"

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • La "fabbrica" dei falsi invalidi, ispettore della Digos: "Non c'era una sola banda ma erano due"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento