LicataNotizie

"Allaccio abusivo alla rete elettrica", commerciante a giudizio

Concetta Scicolone, 46 anni, finisce a processo con l'accusa di furto aggravato di corrente

Allaccio abusivo alla rete elettrica per alimentare il proprio bar senza pagare la bolletta. La commerciante Concetta Scicolone, 46 anni, di Licata, finisce a giudizio con l'accusa di furto aggravato.

La donna, che ha nominato come difensore l'avvocato Angelo Benvenuto, fu denunciata il 4 novembre di dieci anni fa al termine di un controllo nel quale sarebbe stato scoperto un allaccio abusivo alla rete di distribuzione "in modo da garantirsi l'erogazione di energia elettrica senza misurazione dei relativi consumi". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il processo, in programma ogggi davanti al giudice Giuseppa Zampino, è stato rinviato per l'emergenza Coronavirus che ha fatto bloccare, fra le altre cose, anche l'attività giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento