LicataNotizie

Sei colpi di pistola contro il balcone, indagini: sentite più persone

Le audizioni, a quanto pare, non avrebbero – visto che non sono scattati fermi - permesso di fare chiarezza o comunque di identificare l’uomo che ha sparato

(foto ARCHIVIO)

Sono stati sei i colpi esplosi, con una pistola di medio calibro, contro il balcone sul quale era affacciato un ventenne disoccupato. Anche ieri, nonostante fosse una giornata festiva, i poliziotti del commissariato di Licata e quelli della Squadra Mobile della Questura di Agrigento sono stati al lavoro per cercare di capire il significato di quello che è accaduto, nel pomeriggio di sabato, in via Torquato Tasso, nel quartiere Oltreponte, a Licata. Ma anche, e soprattutto, per cercare di identificare l’uomo che ha esploso tutti quei colpi.

Spari contro il balcone di una abitazione, è intimidazione? Indagini in corso 

Non ci sono stati - né nella serata di sabato, né ieri – fermati. Certo è comunque – anche se il riserbo investigativo è netto, anzi categorico – che i poliziotti sembrano essersi fatti delle idee ben precise su quello che sembra avere le caratteristiche dell’avvertimento. Difficile, infatti, pensare che l’uomo armato volesse uccidere e non ci sia riuscito nonostante abbia esploso ben sei colpi di pistola. Niente però può essere ancora categoricamente scartato. I poliziotti del commissariato di Licata, anche ieri, così come hanno già fatto sabato sera, hanno sentito numerose persone. Non soltanto il ventenne che sarebbe stato affacciato al balcone nel momento in cui qualcuno ha puntato e fatto fuoco. Ma anche dei residenti nel quartiere. Inizialmente, a Licata, s’era parlato di una sparatoria. Poi, sabato sera appunto, era circolata la notizia che un uomo fosse stato fermato e portato in commissariato. Niente di tutto questo però corrisponde al vero.

Le audizioni di più licatesi, a quanto pare, non avrebbero – visto che appunto non sono scattati fermi - permesso di fare chiarezza o comunque di identificare l’uomo che ha sparato. Spetterà all’attività investigativa dei poliziotti di Licata e a quelli della Squadra Mobile della Questura di Agrigento tracciare la giusta pista investigativa da seguire. Non è escluso – ma non ci sono conferme al riguardo – che siano state realizzate anche delle perquisizioni alla ricerca della pistola. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento