LicataNotizie

Giornata contro la violenza sulle donne, parte l'appello alle associazioni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

In vista della celebrazione della “Giornata per l'eliminazione della violenza contro le donne”, proclamata dall'Onu nel 1999 e che si celebra, a livello mondiale il 25 Novembre di ogni anno, l'Assessore comunale alla Pubblica Istruzione, Violetta Callea, ha inviato una nota a tutti i dirigenti degli istituti scolastici presenti in città, invitandoli a porre in essere ogni utile attività didattica/laboratoriale, nonché assemblee, videoproiezioni ecc... per dedicare qualche ora di attività scolastica del 25 novembre 2019 alla riflessione sul tema della violenza contro le donne, proponendo opportuni percorsi di informazione, di prevenzione e contrasto alla violenza di genere, e sensibilizzando gli allievi verso modelli di comportamento positivi e rispettosi della dignità umana.

“ La violenza sulle donne – ha scritto l'assessore Callea nella nota indirizzata ai dirigenti scolastici - è una piaga che l'umanità non è ancora riuscita a sanare e, nonostante il passare degli anni, i ricambi generazionali ed il varo di nuove leggi, ad oggi milioni di donne subiscono violenze di ogni tipo. Con l’approvazione del decreto contro il femminicidio, della legge1540/2013 e della legge 27 giugno 2013, n.77 per la prima volta i maltrattamenti contro le donne vengono inseriti nell’ambito della violazione dei diritti umani. L’approvazione delle norme è, però, solo il punto di partenza per il cambiamento culturale necessario per diffondere una concezione della donna che rispetti la sua dignità di persona. In quest’ottica la scuola sicuramente riveste un ruolo da protagonista nella naturale evoluzione formativa dei giovani, per cui è necessario informare e formare i nostri ragazzi per sensibilizzarli e renderli capaci di riconoscere, affrontare e denunciare ogni forma di violenza contro le donne e prevenire il riprodursi di modelli comportamentali violenti”.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento